Cosa vedere a Torino, cosa fare e come muoversi: guida alla città

Cosa vedere a Torino? Antica capitale del Regno Sabaudo e prima capitale d’Italia, Torino ha tante sfumature: città regale, storica, moderna, culla del Risorgimento, centro industriale, polo di innovazione tecnologico e di sperimentazioni artistiche, culturali e città universitaria. Torino ha innumerevoli bellezze artistiche e architettoniche, innumerevoli chiese, musei e nelle sue grandi piazze si respira una storia centenaria inebriante.

Torino affascina, stupisce, ruba il cuore e rapisce. Una città economica, di medie dimensioni che permette una visita anche per breve periodo. Cosa vedere a Torino? Ecco una guida alla città per non perderti nulla e per muoverti risparmiando tempo e denaro nel capoluogo piemontese.

Cosa vedere a Torino? Le attrazioni che non devi perderti

Visitare la Mole Antonelliana e il Museo Nazionale del Cinema

La Mole Antonelliana è sicuramente al numero 1 nella lista di cosa vedere a Torino. Costruita da Alessandro Antonelli nel 1863 come sinagoga, fu ceduta al Comune nel 1878 e dedicata a Re Vittorio Emanuele II. Terminata nel 1889 dal figlio Costanzo, si erge per 167 metri di altezza e permette di godere di una vista mozzafiato della città. All’interno ospita il Museo Nazionale del Cinema, uno dei musei più visitati della città e in Italia.

Info Mole Antonelliana | Info Museo Nazionale del Cinema

Duomo di Torino (Cattedrale di San Giovanni Battista) e Sacra Sindone

Se stai cercando cosa vedere a Torino, la Cappella della Sacra Sindone non può mancare. Il Duomo è un capolavoro barocco di Guarino Guarini, patrimonio dell’UNESCO dal 1997. Si compone di preziosi marmi neri con venature grigie, archi, pilastri, giochi di luce, statue, capitelli bronzei con i simboli della passione… Al suo interno è conservata la Sacra Sindone, il telo con cui, secondo la storia cristiana, fu avvolto Gesù Cristo dopo la deposizione. Non molto tempo fa la famosa reliquia ha rischiata di prendere fuoco durante un incendio, oggi si trova in una teca nella navata sinistra della Cattedrale.

Palazzo Reale, residenza del regno Sabaudo

Se vuoi immergerti nella storia della prima Capitale d’Italia, Palazzo Reale è da inserire nella lista di cosa vedere a Torino. Con i suoi 3000 mq e oltre, il complesso comprende il Palazzo Reale, l’Armeria Reale, la Galleria Sabauda, la Biblioteca Reale, il Museo Archeologico, i Giardini Reali e le Sale Chiablese, visitabili con un unico biglietto. Residenza dell’antico regno Sabaudo, Palazzo Reale ha un grande valore artistico e architettonico.

Parco del Valentino, castello e borgo medioevale

Il Parco del Valentino è il polmone verde della città, nonché uno dei simboli di Torino. All’interno del parco troverai numerose statue, fontane, chioschetti dove fare una pausa e rilassarsi, giardini e il borgo medioevale costruito per l’EXPO del 1884. Nel cuore del Valentino c’è anche il Castello, oggi sede dell’università e patrimonio dell’UNESCO.

Cosa vedere a Torino: Piazza Vittorio

Durante la visita a Torino, quando necessiterai di una pausa, consigliamo la sosta in piazza Vittorio. Con la sua estensione di 40.000 mq è una delle piazze più grandi d’Europa. Puoi trovare tantissimi bar e locali, anche per la movida, con il bellissimo contorno delle Alpi sullo sfondo.

Cosa vedere a Torino? I migliori musei

Visitare il Museo Egizio

Il Palazzo dell’Accademia ospita il Museo Egizio, il più importante al mondo dopo quello de Il Cairo. Statue, sarcofaghi, corredi funebri, papiri, amuleti, gioielli e mummie. Se cerchi cosa vedere a Torino non puoi assolutamente perderti il Museo Egizio.

Info Museo Egizio a Torino

Palazzo Madama, museo civico di Arte Antica

Palazzo Madama, ubicato in piazza Castello a Torino, è uno degli edifici che più rappresentano la città. Il sito, patrimonio UNESCO, ospita il Museo civico di Arte Antica. Il suo nome deriva dal suo passato; è stato, infatti, residenza delle due madame reali, Maria Cristina di Francia e Giovanna di Savoia-Nemours.

Info Palazzo Madama

Visitare il Museo dell’Automobile di Torino

Cosa vedere a Torino oltre i classici musei? Il museo dell’Automobile (Mauto) è tra i più importanti d’Italia e nasce nel 1932 in una città che è stata protagonista del settore automobilistico. Un viaggio nella storia delle auto, con più di 200 modelli, dalle prime vetture a quelle più moderne e futuristiche.

Info Museo dell’Automobile

Cosa vedere a Torino? I luoghi della movida per divertirsi di sera

San Salvario

San Salvario, quartiere nei pressi del centro di Torino, è una zona movimentata e ricca di locali. Uno dei cuori pulsanti della movida torinese, assolutamente da non perdere se stai cercando cosa vedere a Torino di sera per divertirti.

Quadrilatero Romano

Il Quadrilatero romano è nel centro storico torinese, non distante dal Duomo. È uno dei punti di ritrovo tipici di Torino, con tanti ristoranti e locali notturni.

Le piazze del centro

Le grandi piazze di Torino sono molto apprezzate per la vita notturna, anche per le famiglie. Piazza Castello, Piazza San Carlo, piazza Carlo Alberto, piazza Carignano… Tantissimi locali e ristoranti per tutti i gusti!

Come muoversi a Torino

Torino è una città a misura d’uomo, spostarsi è molto semplice: bus, metropolitana, bici e monopattini a noleggio, taxi… Se però desideri risparmiare rispetto ad un taxi e non essere vincolato dagli orari dei mezzi pubblici (e dagli eventuali scioperi) consigliamo la nuova frontiera per la mobilità urbana: Moversi! L’app, costituita alla base da una community di automobilisti e passeggeri, connette in modo intelligente il percorso cittadino di entrambi per condividere un tratto o l’intero tragitto. L’automobilista mette a disposizione i sedili vuoti della sua auto per offrirli a chi necessita di un passaggio. Il vantaggio è quindi doppio: il guidatore contiene i costi della propria auto (benzina, usura…), il passeggero si muove in città spendendo pochissimo! Se vuoi visitare Torino, Moversi è un’ottima soluzione in termini di risparmio e di impatto ambientale.

Moversi è una sorta di car pooling costituito da persone che credono nel cambiamento e nella sostenibilità ambientale. Meno auto in giro significa meno inquinamento e meno traffico. Per utilizzare Moversi basta inserire la destinazione; l’algoritmo si occuperà di matchare il percorso di guidatore e passeggero. Ogni punto della città diventa una “fermata” e l’auto una sorta di microbus a disposizione dei pedoni. Moversi è un progetto etico: il 10% dei ricavi sarà, infatti, destinato all’associazione Beleafing per lo sviluppo di boschi urbani in città. Scopri di più su Moversi nella pagina dedicata cliccando sul seguente link.

Condividi

Commenta